Come stuccare un muro.

Just Maria | 14 gennaio 2019

Che sia per esigenza o per voglia di rinnovamento del look di casa nostra, molte volte ci troviamo nella circostanza di tinteggiare con nuovi colori i nostri ambienti oppure sbarazzarci di una carta da parati ormai vecchia e sbiadita. In un caso o nell’altro, quasi certamente dobbiamo fare i conti con numerosi buchi, fessure e piccole crepe che nel tempo si sono create. Vuoi perché abbiamo appeso vari quadri che poi abbiamo rimosso, vuoi perché quando abbiamo tolto la carta da parati, il supporto si è rovinato.

Riparare da soli una muratura con piccole crepe o buchi non è affatto un’impresa impossibile, basta armarsi di spirito di iniziativa, dei giusti consigli e di buona pazienza. In questo modo possiamo avere un notevole risparmio in termini di manodopera, garantendo comunque un risultato soddisfacente sotto il profilo sia strutturale che estetico.

Se le pareti sulle quali andiamo a operare presentano dei buchi o delle lesioni, è necessaria la riparazione di tutte le imperfezioni della muratura, prima ancora di procedere con le altre operazioni. Se invece la muratura è già rifinita possiamo subito procedere con la stuccatura.

Fondamentale è la preparazione dei materiali e degli attrezzi necessari allo svolgimento del lavoro: il gesso o la malta, lo stucco multiuso, la spatola e varie protezioni tra cui una mascherina per la bocca, dei guanti e degli occhiali.

Come dicevamo, fori o piccole crepe nei muri possono essere stati prodotti dalla rimozione di chiodi a pressione, applique, lampade o oggetti vari precedentemente appesi o fissati alla parete. In ogni caso, bisogna procedere con la pulizia di queste piccole lesioni della muratura.

Se necessario, prima della pulizia di buchi e crepe sul muro, possiamo definire in maniera certa i loro bordi e le parti interne rimuovendo, con l’utilizzo della spatola o di uno scalpellino, le parti lesionate che potrebbero staccarsi successivamente o durante l’esecuzione del lavoro. Proteggendo gli occhi con la mascherina e soffiando in maniera decisa nel foro, dovremmo riuscire a pulirlo di tutta la polvere e dei residui in esso presenti.

A questo punto, dobbiamo bagnare il buco con dell’acqua, da nebulizzare con un comunissimo spruzzino, avendo cura di spargerla sia all’interno del foro sia lungo il suo bordo per qualche centimetro.

I fori piccoli e profondi possono essere colmati e ridotti, inserendo semplicemente delle palline di carta, o ancor meglio dei cartoncini. Per colmare, invece, dei fori di dimensioni più grandi dobbiamo utilizzare della malta o del gesso.

In entrambe le eventualità, lo stucco per muro è necessario per compensare la superficie del buco; l’operazione di stuccatura pareti con la corretta posa in opera dello stucco, si effettua facilmente stendendolo con un’apposita spatola.

Con una rapida occhiata, possiamo già determinare la quantità minima di stucco da muro, che ci serve per livellare i buchi o le crepe nel muro, spianandoli con la superficie della parete stessa. Quando lo stucco sarà perfettamente asciutto dovrà essere ben livellato con della carta vetrata e ripulito dalla polvere prima di procedere alla verniciatura.

SOCIALICON
SOCIALICON
Potrebbero interessarti anche:

Iscriviti alla newsletter

Niente spam, ci basta la pulizia di casa.

Italy Assistance Saemicard S.r.l. - P. Iva 04706530823 - email: info@pootia.it - Capitale Sociale € 250.000,00 i.v. | ©2017 Pootìa - Tutti i diritti riservati.