L’amore non corrisposto tra uomo e fai da te

Just Maria | 16 novembre 2018

L’amore, il sentimento più forte e più dirompente tra tutti quelli esistenti. Un sentimento così forte da generare guerre, da far cadere governi, da riempire pagine e pagine di letteratura. Nulla è così potente, eccetto forse l’amore non corrisposto.

Proprio così: stavolta ci sembrava troppo facile scrivere di cavalieri che sfidano draghi per salvare principesse, o di avventurieri che si spingono oltre i confini del mondo conosciuto per ritrovare la propria donna. Qui si va sul concreto, mica favole. Qui parliamo di storie dure e crude e, sfortunatamente, molto vere. Oggi parliamo dell’amore, non corrisposto, dell’uomo per il fai da te.

É una cosa che avviene col tempo. Alcuni dicono che ci si nasce, e probabilmente è vero solo per 1 uomo su mille (che poi è l’unico a sapere realmente utilizzare un flex), ma per la maggior parte di noi mortali, l’amore per il fai da te è un sentimento che cresce con il tempo, che si fa largo tra i meandri della nostra consapevolezza tra la tarda giovinezza e l’età adulta. Quando finisce il tempo delle serate con gli amici e delle cene romantiche con la tua ragazza e cominciano i pensieri: il mutuo, le bollette, le rette dell’asilo di tuo figlio e via dicendo. È allora che cerchi rifugio nella sacra arte della manualità…peccato che dentro questo rifugio lei non ti abbia invitato. 

Infatti negli ultimi anni gli incidenti domestici sono aumentati a dismisura, così come l’irrefrenabile voglia di uomini e donne di cimentarsi in riparazioni improvvisate. 

Perché quando c’è passione, tutto il resto passa in secondo piano, e nessuno fa più caso ai segnali, chiarissimi, che ti suggeriscono di lasciar perdere, che questa cosa non fa per te e che non è il caso di insistere. 

Ecco, allora, che la passione ti conduce a mettere mano alla caldaia mal funzionante. La peggiore tra le pessime idee. Ma tu hai autostima da vendere, e non ti lasci intimidire da migliaia di cavi, tubi e rondelle che ti si parano davanti. Le studi, le studi fin troppo bene. Cerchi marca e modello su internet, guardi migliaia di tutorial in cinese cercando di afferrarne il senso, provi a capire il motivo del guasto e cosa potrebbe andare storto. Ti sbatti, te ne do atto. Ti sbatti per settimane, mesi, quasi fosse la sfida più importante della tua vita, una questione di vita o di morte…quando magari ti basterebbe solo chiamare qualcuno più esperto che saprebbe immediatamente dove mettere le mani. Ma il tuo è un chiodo fisso, capire, capire da solo. E questo ci porta a un altro grande problema, che prima o poi tocca tutti, ma proprio tutti, gli amanti del fai da te: la strada alternativa.

Dopo anni di evoluzione non si è ancora capito perchè alcune persone tentano strade chiaramente fallimentari. Se qualcosa funziona in un modo perché diavolo smontarla e pretendere che funzioni all’inverso? La sperimentazione, direte voi. Ma anche alla sperimentazione c’è un limite. Capita quindi che la tua caldaia va a metano e tu, ormai super informato, hai deciso di risparmiare e di convertirla in pellet. Così cominci a fare grafici, a misurare l’altezza e perimetro delle stanze, quasi dovessi fare una ricerca da premio nobel, e inizi a fantasticare su come progettare l’adattatore perfetto per migliorare le prestazioni della tua caldaia che, ricordiamolo, magari ha solo bisogno di una semplice manutenzione. Nella tua testa è tutto molto semplice e non riesci a spiegarti perché tua moglie vada su tutte le furie quando gli racconti che vuoi smantellare il pavimento per cambiare la geometria dei tubi sottostanti. Valla a capire.

Dulcis in fundo, l’amore per il fai da te si manifesta anche nell’acquisto dei materiali. Perché al meglio non c’è mai fine, e tu ormai vuoi solo il meglio per la tua caldaia. Quello che non riesci a capire, però, è come ottimizzare la spesa… dove effettivamente serva la qualità e dove invece è meglio andare di sostanza. Spendere un patrimonio per trovare le migliori viti in titanio, le più leggere al mondo, non ha senso perché la tua caldaia della leggerezza non sa cosa farsene. E potremmo andare avanti per ore a raccontare queste idiozie. Ormai per il ferramenta sotto casa sei diventato una fonte inesauribile di barzellette.

La verità, cari appassionati di fai da te, è che purtroppo il vostro amore non è corrisposto. Fatevene una ragione una volta per tutte. Per risolvere i problemi di casa, per risolverli davvero, la soluzione migliore è sempre affidarsi a un professionista serio e qualificato. 

Pootia.it ti mette subito in contatto con i migliori tecnici della tua zona, e li porta direttamente a casa tua, quando vuoi, a costi fissi e trasparenti. 

Se andate su internet, quindi, non fatelo per trovare soluzioni strampalate ma cercate il miglior professionista al miglior prezzo su pootia.it

SOCIALICON
SOCIALICON
Potrebbero interessarti anche:

Iscriviti alla newsletter

Niente spam, ci basta la pulizia di casa.

Italy Assistance Saemicard S.r.l. - P. Iva 04706530823 - email: info@pootia.it - Capitale Sociale € 250.000,00 i.v. | ©2017 Pootìa - Tutti i diritti riservati.